Nuove esperienze lavorative dei ciechi e degli ipovedenti a confronto

Cari amici,

con circolare n.190 del 17/7/2012, oggetto: non c’è tempo da perdere… abbiamo dichiarato lo stato di emergenza lavorativa dei ciechi e degli ipovedenti e reso note alcune iniziative di lotta per il fine estate, inizio autunno:conferenza stampa presso la sede centrale il 19 settembre, sit in presso le prefetture il 27 settembre, incontro con il Ministro del Lavoro o Sottosegretario la prima settimana di ottobre ed eventuale manifestazione il 24 ottobre. L’obiettivo è alzare la voce per reclamare il diritto al lavoro dei ciechi e degli ipovedenti, garantito dalla nostra costituzione e ribadito dalla convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. Sottolineare con forza la necessità delle leggi speciali per il collocamento dei ciechi e degli ipovedenti, legittimate  dal fatto che i condizionamenti della cecità riducono notevolmente le loro possibilità lavorative. Ottenere che siano rese fruibili le tre nuove professioni lavorative per i ciechi e gli ipovedenti previste dal decreto Salvi del 2000, estendendo a questi nuovi lavoratori gli stessi diritti e doveri previsti per  gli operatori telefonici dalla legge 113/85. Proporre al Ministero del Lavoro, in forza della legge 144/99, nuove ipotesi pacchetto di attività lavorative da aggiungere alla figura di perito fonico, già definita attraverso un corso di formazione professionale organizzato dall’IRIFOR e dalla Università di Reggio Calabria; a tale scopo la direzione nazionale ha deciso di organizzare all’interno dell’Unione una approfondita discussione ai fini di fare emergere nuove esperienze lavorative praticate dai singoli  suscettibili di essere estese alla generalità dei ciechi e degli ipovedenti.

Il confronto può avere luogo da subito su un blog aperto sulla home page del nostro sito dal titolo “ Nuove esperienze lavorative a confronto”. Per accedere basta cercare sulla home page la voce i nostri blog. Il confronto può avvenire anche sul giornale elettronico all’indirizzo giornale.uici.it. Saranno organizzate entro il 10 settembre dal responsabile di settore due riunioni della commissione lavoro per un approfondito brainstorming sull’argomento. Allo stesso scopo il 26 settembre la presidenza nazionale organizzerà una assemblea dei quadri dirigenti online. Successivamente la direzione nazionale, direttamente o attraverso la nomina di una apposita commissione esterna alla direzione, selezionerà le migliori proposte e conferirà alla migliore di esse una matrioska dipinta a mano, di buon valore artistico. Questa presidenza inoltre proporrà all’IRIFOR di istituire una borsa di studio rivolta alle Università del nostro paese con la speranza  che possano emergere idee innovative per il lavoro dei ciechi e gli ipovedenti, legate alle nuove tecnologie accessibili.

Nella certezza che i destinatari della presente diano il massimo della loro collaborazione per la soluzione di un problema che sta a cuore a tutti noi, Vi saluto cordialmente.

Il Presidente Nazionale

Prof. Tommaso Daniele

 

 

Il lavoro è luce che ritorna, è sicurezza, dignità, vita ed è importante quanto l’indennità di accompagnamento se non di più.